Corso RSPP e ASPP per Professionisti

I Corsi RSPP e ASPP sono indirizzati a tutti coloro che vogliono assumere il ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione oppure il ruolo di Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione. 
 
Non è rivolto ai Datori di Lavoro che vogliono assumere il ruolo di RSPP per la propria azienda, per i quali è previsto un corso dedicato.
 
I corsi sono esenti IVA ai sensi dell'articolo 10, n. 20) del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633.

A chi è rivolto il Modulo A?

Corso RSPP/ASPP esterno Modulo A
 
Il Modulo A di base è rivolto a tutti coloro che, in possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore, intendono iniziare il percorso formativo finalizzato a svolgere funzioni di Rspp ed Aspp ai sensi del d.lgs. 81/2008 e s.m.i. (art. 32) e dell’Accordo Stato Regioni del 26 gennaio 2006. Il Corso Modulo A è propedeutico per la frequenza dei successivi moduli B e C necessari per ottenere i requisiti abilitanti allo svolgimento delle funzioni di Aspp (modulo B comune) e Rspp (modulo B comune e C).
 
 
 

A chi è rivolto il Modulo B?

Il Modulo B è strutturato prevedendo un modulo B comune a tutti i settori ATECO. Il modulo B comune è rivolto a tutti coloro che, in possesso di un Corso RSPP/ASPP esterno Modulo B Comunetitolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore intendono svolgere le funzioni di Rspp o Aspp ai sensi del d.lgs. 81/2008 (art.32) e dell’Accordo Stato Regioni del 26 gennaio 2006. Per seguire il suddetto corso è necessario avere già frequentato con profitto il modulo A del percorso formativo previsto dall’Accordo Stato Regioni (pubblicato nella G.U. del 14/2/2006) ovvero essere esonerati dalla frequenza del modulo A in quanto in possesso di uno dei requisiti di cui all’art. 32 deld.lgs. 81/2008.
 
Per coloro che intendono assumere il ruolo di RSPP per settori particolarmente a rischio come: Agricoltura e Pesca, Cave e Costruzioni, Sanità residenziale, Chimico Petrolchimico, oltre al modulo B comune a tutti i settori devono frequentare anche ulteriori moduli di specializzazione:
  • Modulo B-SP1 - Agricoltura e Pesca;
  • Modulo B-SP2 - Cave e Costruzioni;
  • Modulo B-SP3 - Sanità residenziale;
  • Modulo B-SP4 - Chimico Petrolchimico.

 

A chi è rivolto il Modulo C?

Corso RSPP/ASPP esterno Modulo C
Al Modulo C sono ammessi tutti coloro che, in possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore, hanno già frequentato con profitto almeno il modulo A del percorso formativo previsto dall’Accordo Stato Regioni del 7 luglio 2016 ovvero che sono esonerati dalla frequenza del modulo A in quanto in possesso di uno dei titoli di studio di cui all’art. 32 del d.lgs. 81/2008 e s.m.i. e dall’Accordo del 7 luglio 2016.

 

 

Quali sono i requisiti per assumere il ruolo di RSPP o di ASPP?

Oltre alla partecipazione ai corsi di formazione si ricorda che, come indicato dall'art. 32 comma 2 del D.Lgs. 81/08, per lo svolgimento delle funzioni di RSPP e ASPP è necessario essere in possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore. 

Validità dei certificati

Essendo il centro ed il corso accreditato presso la Regione Lazio, tutti i nostri attestati saranno rilasciati direttamente dalla Regione Lazio.

Sono previsti esoneri per Laureati?

Secondo l'accordo Stato Regioni del 7 Luglio 2016 e già nel D.Lgs. 81/08 Testo Unico Sicurezza, vengono definite delle classi di laurea esonerate dalla frequenza del Modulo A e dei Moduli B. I laureati in queste classi dovranno frequentare solo il Modulo C di 24 ore per esercitare il ruolo di RSPP interno/esterno in aziende, enti e associazioni. Sarà necessario procedere all'aggiornamento dei Moduli B se sono trascorsi 5 anni dalla data di Laurea.

Laurea (D.M. dell'università e della ricerca scientifica e tecnologica del 18 marzo 2006)

  • L7 Ingegneria Civile e Ambientale
  • L8 Ingegneria dell'Informazione
  • L9 Ingegneria Industriale
  • L17 Sciende dell'Architettura
  • L23 Scienze e Tecniche dell'Edilizia

Laurea (D.M. dell'università e della ricerca scientifica e tecnologica del 19 febbraio 2009)

  • Classe 4 Scienze dell'Architettura e dell'Ingegneria edile
  • Classe 8 Ingegneria civile e ambientale
  • Classe 9 Ingegneria dell'informazione
  • Classe 10 Ingegneria industriale

Laurea Magistrale (D.M. dell'università e della ricerca del 16 marzo 2007)

  • LM-4 Architettura e ingegneria edile-architettura
  • LM-20 Ingegneria aerospaziale e astronautica
  • LM-21 Ingegneria biomedica
  • LM-22 Ingegneria chimica
  • LM-23 Ingegneria civile
  • LM-24 Ingegneria dei sistemi edilizia
  • LM-25 Ingegneria dell'automazione
  • LM-26 Ingegneria della sicurezza
  • LM-27 Ingegneria delle telecomunicazioni
  • LM-28 Ingegneria elettrica
  • LM-29 Ingegneria elettronica
  • LM-30 Ingegneria energetica e nucleare
  • LM-31 Ingegneria gestionale
  • LM-32 Ingegneria informatica
  • LM-33 Ingegneria meccanica
  • LM-34 Ingegneria navale
  • LM-35 Ingegneria per l'ambiente e il territorio

Laurea Specialistica (D.M. dell'università e della ricerca scientifica e tecnologica del 28 novembre 2000)

  • 4/S Architettura e ingegneria edile
  • 25/S Ingegneria aerospaziale e astronautica
  • 26/S Ingegneria biomedica
  • 27/S Ingegneria chimica
  • 28/S Ingegneria civile
  • 29/S Ingegneria dell'automazione
  • 30/S Ingegneria delle telecomunicazioni
  • 31/S Ingegneria elettrica
  • 32/S Ingegneria elettronica
  • 33/S Ingegneria energetica e nucleare
  • 34/S Ingegneria gestionale
  • 35/S Ingegneria informatica
  • 36/S Ingegneria meccanica
  • 37/S Ingegneria navale
  • 38/S Ingegneria per l'ambiente e il territorio

 

Laurea Magistrale (D.M. dell'università e della ricerca dell'8 gennaio 2009)

  • LM/SNT 4 Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione

Laurea (D.M. dell'università e della ricerca scientifica e tecnologica del 19 febbraio 2009)

  • L/SNT 4 Classe delle lauree in professioni sanitarie della prevenzione

Sono previsti corsi di aggiornamento per le figure di RSPP e ASPP?

Il D. Lgs. 81/08 prescrive agli RSPP e ASPP, per mantenere le rispettive qualifiche, di seguire dei corsi di formazione e aggiornamento continuo, secondo quanto previsto dall'Accordo Stato Regioni del 7/7/2016 rep. atti n.128/CSR. In particolare è previsto che gli RSPP e ASPP devono seguire corsi di formazione per l'aggiornamento ogni quinquennio accumulando un monte ore pari a:
  • 40 ore per RSPP
  • 20 ore per ASPP
L’obbligo di aggiornamento previsto dal D. Lgs. 81/08 rispecchia la necessità ormai acquisita da tutti i professionisti di mantenere le proprie competenze nel tempo attraverso percorsi formativi che consentano un continuo aggiornamento alle normative, sempre più articolate ed in continua evoluzione.
Ogni RSPP e ASPP potrà individuare il percorso formativo che più si adatta alle proprie esigenze potendo scegliere tra oltre 100 ore di corsi di formazione per l'aggiornamento professionale conformi al D.Lgs. 81/2008 e all'Accordo Stato Regioni del 7/7/16.
Ricordiamo inoltre che, ai sensi dell’Accordo Stato Regioni del 7/7/16, i corsi validi come aggiornamento per RSPP/ASPP sono validi anche per l’aggiornamento dei formatori sulla sicurezza ai sensi del D.I. 6/3/13.

Quali sono i riferimenti normativi che normano il ruolo di RSPP Esterno e ASPP?

Si fa riferimento ai seguenti accordi:

 

Ti piace questa pagina? Condividila su Facebook!

Alcuni dei nostri clienti

La realizzazione e la promozione online di questo sito sono state curate da TECNASOFT - 2018